Italbasket, domani Azzurre in Croazia per avvicinarsi all’Europeo

Domani alle ore 19.00 la Nazionale Femminile scende in campo a Slavonski Brod nel penultimo impegno dell’EuroBasket Women 2019 Qualifiers.

Domani alle ore 19.00 la Nazionale Femminile sfida la Croazia a Slavonski Brod nel penultimo impegno dell’EuroBasket Women 2019 Qualifiers (qui le quote, Azzurre favorite dai bookmakers): l’ultimo sarà poi la partita con la Svezia, in programma mercoledì 21 al PalaMariotti di La Spezia (ore 20.30, diretta SkySportHD).

Per la squadra di Marco Crespi si tratta di due sfide decisive: al momento le Azzurre sono al comando del girone H, all’Europeo (Serbia-Lettonia, 27 giugno-7 luglio 2019) si qualificano le prime classificate degli 8 gironi e le 6 migliori seconde.

In caso di successo a Slavonski Brod, la Croazia sarebbe già eliminata e noi ci giocheremmo lo scontro diretto per il primo posto contro la Svezia il 21 novembre.

In caso di sconfitta in Croazia, le Azzurre sarebbero obbligate a vincere al PalaMariotti e in questo caso il girone H si chiuderebbe con tre squadre appaiate. A oggi, nella classifica avulsa l’Italia è a +10, la Croazia a +1 e la Svezia a -11. A maggior ragione, quindi, sarà importante contenere il passivo a Slavonski Brod nel caso in cui le cose dovessero mettersi male. La Macedonia è ultima in classifica e già fuori dai giochi.

Non sono partite per la Croazia Jasmine Keys, Ilaria Panzera e Valeria De Pretto. Dopo il trasferimento in pullman a Pisa, la squadra vola a Osijek e poi si sposta a Slavonski Brod. Nel pomeriggio l’allenamento alla “Sportska dvorana Vijuš”, l’impianto che sabato ospiterà la partita.

Italia e Croazia si sono affrontate 16 volte, dal 1994 a oggi: il bilancio dei precedenti non ci sorride, sono 4 i nostri successi. La prima sfida si è giocata il 18 maggio 1984 a Vilnius, dove la Croazia si è imposta 58-50. L’ultimo confronto risale al 15 novembre 2017, quando le Azzurre sono state sconfitte 71-83 (Rezan 35, Sandric 22) a San Martino di Lupari nel secondo impegno delle qualificazioni all’Europeo 2019.

Il nostro successo più largo a Mestre il 7 gennaio 2009 (83-50, +33), la sconfitta più netta nel 1997 ai Giochi del Mediterraneo (Ruvo di Puglia, 71-90).

Croazia-Italia (ore 19.00, diretta sul canale Youtube della FIBA)

Croazia
4 Ana-Marija Begic (’94, A, 1.91, Energa Torun, Polonia)
5 Tea Buzov (’90, P, 1.76, Spalato)
6 Antonija Sandric (’88, G, 1.78, Polkowice, Polonia)
7 Nina Premasunac (’92, A, 1.86, Broni, Italia)
8 Iva Todoric (’93, P, 1.74, Medveščak)
9 Marija Rezan (’89, C, 1.98, Praga, Repubblica Ceca)
10 Carmen Miloglav (’91, P, 1.72, Žkk Ragusa)
11 Ruzica Dzankic (’94, A, 1.81, Sfantu Gheorghe, Romania)
12 Iva Slonjsak (’97, G, 1.83, Celje, Slovenia)
13 Ivana Dojkic (’97, P, 1.80, Spartak Moscow, Russia)
14 Patricia Bura (’96, C, 1.92, Budućnost, Montenegro)
22 Lea Miletic (’95, A, 1.83, Wroclaw, Polonia)
Ivana Tikvic (’94, C, 1.90, ZKK Pula)
Lana Pačkovski (’94, P, 1.70, Cestistica Spezzina, Italia)
Ivana Blažević (’93, A, 1.84, Crema, Italia)
Coach: Anda Jelavic

Italia
3 Nicole Romeo (’89, P, 1.66, Canik Belediyesi Samsun, Turchia)
5 Gaia Gorini (’92, 1.81, P, Umana Reyer Venezia)
6 Marcella Filippi (’85, 1.85, A, Famila Schio)
7 Giorgia Sottana (’88, 1.75, P, Fenerbahce, Turchia)
9 Cecilia Zandalasini (’96, 1.85, A, Fenerbahce, Turchia)
10 Francesca Dotto (’93, 1.70, P, Famila Schio)
11 Raffaella Masciadri (’80, 1.85, Ala, Famila Schio)
14 Martina Crippa (’89, 1.78, G-A, Famila Schio)
21 Giuditta Nicolodi (’95, 1.85, Geas Sesto San Giovanni)
22 Kathrin Ress (’85, 1.92, C, Saces Mapei Napoli)
23 Sabrina Cinili (’89, 1.91, A, Passalacqua Ragusa)
33 Olbis Andre Futo (’98, 1.86, A, Famila Schio)
41 Elisa Penna (’95, 1.91, A, Wake Forest University, USA)
99 Debora Carangelo (’92, 1.69, P, Umana Reyer Venezia)
Coach: Marco Crespi

Foto Ufficio Stampa FIP