Squadre inglesi in Europa League nel 2020-21: il settimo posto non vale la qualificazione

La decisione finale del TAS di Losanna ribalta la sentenza iniziale dell'Uefa, e il Manchester City potrà giocare nelle prossime coppe europee

Quante squadre inglesi si qualificheranno per la prossima Europa League? La domanda in genere ha un risposta abbastanza semplice a questo punto della stagione ma non questa volta. La regola vuole che la quinta classificata in Premier League e la vincitrice della FA Cup abbiano diritto a partecipare alla fase a giorni di Europa League mentre per la vincitrice della EFL c’è il secondo turno preliminare.

La “zona europea” si allarga

Spesso però le vincitrici di queste coppe nazionali conseguono il loro diritto di giocare in  Europa grazie alla loro classifica ed è per questo che le posizioni utili, con riferimento alla classifica del campionato, possono aumentare. Ne parlavamo lo scorso anno in occasione del settimo posto del Wolverhampton.

Il caso del Man City, il Tas annulla la squalifica

Questa volta c’era anche un altro fattore: il Manchester City era stato squalificato dall’UEFA per due anni per aver violato le norme sul fair play finanziario. Il club però ha fatto ricorso al TAS di Losanna che stamattina ha deciso che la squadra potrà continuare a giocare le coppe europee, cancellando la squalifica di due anni per le violazioni del FFP e riducendo da 30 a 10 milioni di euro la sanzione. E’ stato stabilito che non esistevano prove sufficienti per confermare il finanziamento occulto ipotizzato dall’Uefa e alcune delle presunte violazioni erano di fatto già prescritte.

La situazione delle varie coppe nazionali

La finale EFL Cup 2019-20 è stata vinta proprio dalla squadra di Guardiola e questo quindi è un dato che conosciamo. Oggi è noto anche il fatto che i Gunners hanno vinto l’altra coppa, la FA Cup.

Ottava classificata in Europa League: non può più succedere

Il Man City non sarà squalificato e le prime quattro classificate vanno direttamente in Champions League.

Brutte notizie dunque per chi sperava di cavarsela classificandosi al quinto posto ma anche per chi sperava in un allargamento più in basso della zona europea in generale

Esiste una remota ipotesi che il Chelsea, vincendo la Champions League e finendo fuori dalle prime quattro della classifica, faccia salire a cinque il numero delle inglesi nella massima competizione continentale ma i blues dovrebbero ribaltare lo 0-3 interno dell’andata degli ottavi contro il Bayern Monaco e al momento sembra improbabile.

Anche il Manchester United o Wolverhampton, vincendo l’Europa League e classificandosi dal quinto posto in giù, farebbero salire a cinque il numero di club inglesi nella massima competizione.

Ma l’Europa League? 

La settima classificata non va in Europa. Questo perché L’Arsenal ha vinto la FA CUP ma non si è qualificato attraverso il campionato.

Il regolamento come riportato dal sito ufficiale della Premier League.