Barcellona-Milano, situazione complicata per l’AX

Barcellona-AX Milano quote, dopo la sconfitta con l'Alba Berlino per la squadra di Messina la proibitiva trasferta sul parquet dei catalani

Altra settimana con un doppio impegno in Eurolega per l’AX che dopo avere ospitato l’Alba Berlino al Forum andando incontro a una sconfitta pesante va a Barcellona per un’altra trasferta sulla carta proibitiva nel cammino verso i playoff contro la seconda forza della regular season e in striscia aperta di quattro vittorie consecutive. Contro i tedeschi è stata la difesa a tradire Messina e sul parquet dei catalani non sarà facile trovare equilibrio su due lati del campo per una squadra che continua a andare a folate e adesso a 11-12 è stata raggiunta da Fenerbahce e Valencia, le due squadre con cui probabilmente si contenderà l’ottavo posto.

Le quote

Barcellona  Milano
1.20 5.40

Qui per gli aggiornamenti in tempo reale

 

Pronostici

Non sempre riescono le rimonte disperate e se contro il Bayern Monaco era arrivata l’impresa nell’ultimo periodo, l’AX vista martedì sera contro l’Alba Berlino è solo andata vicina a riacciuffarla ma nella sconfitta 102-96 ha finito per pagare una difesa che per 35 minuti è stata inguardabile. Milano non ha fatto quello che doveva fare, limitare la transizione dei tedeschi e disinnescare un tiratore come Eriksson che ha chiuso con 22 punti e quattro triple, e si è fatta travolgere a rimbalzo perdendo 39 a 30 e concedendone 15 offensivi. Numeri che in Eurolega non ti puoi permettere neanche con squadre di bassa classifica, così come concedere per la prima volta in regular season la tripla cifra. e 57 nel secondo tempo, mentre non aveva mai subito più di 96 punti. Con Micov in vacanza nella propria metà campo e un quintetto che scricchiola quando Gudaitis e Scola sono in campo contemporaneamente, i difetti dell’AX sono emersi nuovamente e contemporaneamente. Assenza di fisicità nella rotazione, Roll che sbaglia sistematicamente i tiri più importanti, Crawford ancora da inserire, Rodriguez in un momento di scarsa mira dall’arco e in generale una flessione nelle percentuali da tre che è un elemento ricorrente nelle ultime cinque gare, quattro delle quali perse. La squadra di Messina non fa una bella impressione nell’approccio alla partita e nei momenti chiave non solo delle singole gare ma proprio della stagione, come è stata la serata di martedì. L’idea di vincere a Barcellona con queste premesse è ardita anche per i più ottimisti e a 11-12 è stata raggiunta all’ottavo posto dal Fenerbahce con la prospettiva credibile di venire scavalcata dopo la ventiquattresima giornata.

Barcellona in striscia vincente da quattro partite consecutive e quella di mercoledì contro il Valencia, risolta 77-76, è stata chiusa a tre secondi dalla sirena da una magia di Mirotic che è stato anche il migliore marcatore della serata con 26 punti e 4 rimbalzi (in doppia cifra in 25 delle ultime 26 partite giocate in Eurolega, quest’anno viaggia a 18.8 punti, 7 rimbalzi e 22 di valutaizone). In precedenza i catalani avevano battuto il Fenerbahce in trasferta 80-74, la Stella Rossa in casa 86-82 e lo Zenit 90-72, ovvero quella contro i russi è stata l’unica vittoria larga all’interno della serie di vittorie attualmente aperta, che si allunga a sette gare se si considera anche la Acb. La squadra di Pesic, che con 17-6 è dietro soltanto all’Efes in classifica, ha chiaramente gli uomini e la personalità per risolvere partite equilibrate fino alla sirena, qualità che al momento mancano a Milano. Con Heurtel appena tornato nella rotazione e Higgins che ha saltato le ultime due partite, si possono citare Brandon Davies, Hanga, Delaney, Abrines e Claver, giocatori che producono 84 punti di media a partita con il 54.8% da due e il 39% dall’arco. Otto vittorie nelle ultime undici partite di Eurolega e le uniche due sconfitte casalinghe sono arrivate contro Real Madrid e Efes.

Vittoria dell’AX all’andata 83-70 nel momento più efficace di Milano durante la regular season, recente anche l’ultimo successo della squadra di Messina al Palau Blaugrana arrivato quasi esattamente due anni fa nell’83-81 del primo febbraio 2018. Una vittoria a testa tra le due squadre negli ultimi quattro precedenti in una sfida che nella storia moderna dell’Eurolega ha sempre riservato punteggi non eccessivamente alti e dal 2014 in avanti solo una volta una delle due squadre ha segnato più di 90 punti, ci riuscì Milano nel più largo successo casalingo degli ultimi anni 91-63 nell’aprile 2014. Ma il Barcellona al momento è tra le migliori quattro squadre del torneo, Milano forse non è nemmeno tra le prime dieci. Servirebbe una scintilla che in questo momento l’AX non sembra in grado di produrre e il pronostico è a senso unico.