AX Olimpia Milano-Fenerbahce, sfida chiave in ottica playoff

AX Milano-Fenerbahce quote, dopo il successo contro il Khimki al Forum una gara potenzialmente decisiva per i playoff

In Eurolega seconda gara casalinga consecutiva per Milano che contro il Fenerbahce e il passato di Datome cerca di replicare l’impresa dell’andata per una vittoria che sarebbe decisiva in ottica playoff. L’AX non ha sbagliato contro il Khimki e con due gare in tre giorni contro i turchi e lo Zalgiris potrebbe definitivamente concretizzare l’obiettivo di raggiungere i quarti di finale, stesso obiettivo dei turchi che sono al momento ottavi dopo un girone di andata negativo.

Le quote di AX Olimpia Milano-Fenerbahce

AX Milano Fenerbahce
1.57 2.75

Quote del 03.03.2021 alle ore 07:00

Qui per gli aggiornamenti in tempo reale

 

Pronostici

Come da previsioni l’AX dopo il passo falso contro lo Zenit non ha sbagliato contro il Khimki fanalino di coda della regular season e l’84-74 è stato una conseguenza non soltanto del diverso rapporto di forza tra le due squadre ma anche di una serata nella quale Milano non ha mai avuto bisogno di aumentare il ritmo per gestire il risultato. I russi avevano la peggiore difesa dell’Eurolega ma alla squadra di Messina è bastato soprattutto giocare una partita diligente in difesa per tenerli al 33.3% dall’arco e concedere appena 13 punti nel terzo periodo e 31 in un secondo tempo di totale gestione anche sotto il canestro, vedi i 12 rimbalzi offensivi e i 39 totali, una statistica che farà la differenza in primavera soprattutto se Hines si manterrà su questi livelli (12 punti e 10 rimbalzi con 20 di valutazione contro il Khimki). Il resto è stato simile a quanto visto nelle ultime settimane con una buona selezione dei tiri dall’arco, un Datome in grande vena offensiva con 15 punti e 4/5 da tre, un Rodriguez da 13 punti e 5 assist e qualche protagonista alternativo come Tarczewski che permette a Punter, Micov e Delaney di non avere eccessive pressioni offensive in un momento di transizione. La sfida in campionato contro la Fortitudo Bologna vinta 98-72 era già finita dopo un primo periodo chiuso 30-11 e l’AX ha tirato 21/31 dall’arco, 25 punti e 6/7 nelle triple per Punter, in un pomeriggio che ha suscitato diverse polemiche per l’atteggiamento remissivo degli emiliani.

Quando il Fenerbahce perse in casa contro Milano a metà dicembre era al centro di una serie di tre sconfitte consecutive e di un momento negativo che è stato cancellato nel nuovo anno, striscia di dieci successi consecutivi per rilanciare la propria candidatura almeno all’ottavo posto. In questa striscia di gare i turchi hanno battuto anche il Cska, due volte hanno segnato 100 o più punti e solo due volte ne hanno segnati meno di 75, contro la Stella Rossa e nella sconfitta di venerdì 106-74 contro l’Efes in quello che potrebbe essere uno spareggio per l’ottavo posto e che non solo ha interrotto la serie di vittorie ma è stata anche la peggiore prestazione stagionale per punti subiti, con la difesa di Kokoskov che ha concesso 14 triple, il 73.3% da due e il 64% dal campo ai cugini in un derby a senso unico e nel quale solo De Colo e Vesely hanno provato a resistere al naufragio. Il Fenerbahce tra le prime undici squadre della classifica è l’unica ad avere una differenza canestri negativa e bisognerà verificare se l’ultima sconfitta ha lasciato scorie emotive in un gruppo che dopo una prima parte di regular season altalenante sembrava avere trovato continuità. Dal mercato sono arrivati Guduric, O’Quinn e Perez.

All’andata la vittoria 79-72 di Milano è arrivata a cavallo tra primo e secondo tempo con un parziale di 42-23 e una difesa capace di costringere i padroni di casa a 19 palle perse, con 15 punti e 7 rimbalzi di Leday e con 13 di Punter. Una gara in cui l’AX prima di controllare il quarto periodo aveva fatto la differenza a rimbalzo, che sarà di nuovo una chiave primaria della partita non solo perché evita canestri facili agli avversari (e il Fenerbahce è secondo dietro il Valencia per percentuale da due con il 57%) ma anche perché permette alla squadra di Messina di controllare il ritmo e avere più possessi. Il successo sul campo del Fenerbahce ne è proprio una chiara dimostrazione con Milano capace di tirare dal campo 66 volte contro 50 e di tirare appena 9 liberi, statistiche che abbiamo ritrovato in molte altre vittorie recenti in Eurolega. Una vittoria sarebbe potenzialmente decisiva per i playoff ed è realistico credere che questa squadra abbia raggiunto un livello di maturità tale da non sbagliare una delle partite più importanti in questa fase della stagione anche contro un’avversaria che è nettamente cresciuta rispetto alla gara giocata a dicembre.