AX Milano-Olympiacos, Eurolega vietata in Italia fino all’11 aprile, si giocherà il 13 a Berlino

AX Milano-Olympiacos quote, dopo la vittoria contro il Valencia al supplementare la sfida contro i greci è quasi uno spareggio per i playoff

In un clima di totale incertezza sul territorio italiano, con il campionato sospeso almeno fino al 3 aprile, in Eurolega l’AX torna al Forum per affrontare l’Olympiacos dopo la vittoria al supplementare sul parquet di Valencia che ha interrotto la striscia di cinque sconfitte consecutive e restituito a Milano la speranza di continuare a lottare per un posto ai playoff. Anche i greci sono 12-16 dopo la sconfitta sul parquet dell’Efes insieme a Zalgiris e Valencia, con Khimki e Fenerbahce che hanno una partita di vantaggio e restano da assegnare tre posti ai playoff visto che Efes, Real Madrid, Barcellona e Maccabi Tel Aviv sono già qualificate.

Al momento di scrivere non è ancora chiaro se la partita, che comunque sarà a porte chiuse, visto che l’Olympiacos ha chiesto il rinvio o lo spostamento in un’altra sede ricevendo un rifiuto dall’Eurolega. A quel punto i greci per arrivare a Milano nella stessa giornata della partita dovrebbero fare scalo a Genova e poi concludere la trasferta in pullman, ma con l’ipotesi del ministero della sanità greca pronto a obbligare tutti i rientranti dall’Italia a isolamento domestico di quattordici giorni il viaggio rimane a rischio.

11 marzo – La partita non si giocherà a Milano dopo le pressioni del governo greco che ha chiesto di non viaggiare in Italia e in particolare modo in Lombardia, a questo punto la gara si giocherà a Vilnius in Lituania stando alle notizie attualmente disponibili ma non è ancora stata stabilita la data del recupero. Sono anche a rischio le Final Four che si dovrebbero disputare a Colonia dal 22 al 24 maggio visto che la Lanxess Arena ha sospeso l’attività fino a data da destinarsi visto che la Westphalia è la regione tedesca più colpita dall’emergenza Coronavirus.

Eurolega ed EuroCup non potranno disputare le loro partite sul territorio italiano fino all’11 aprile, perciò Milano, Venezia e Bologna giocheranno all’estero le loro gare. L’AX recupererà la gara contro l’Olympiakos il 13 marzo a Berlino a porte chiuse, ma dovrà giocare in campo neutro altre due partite contro Asvel e Cska Mosca.

Le quote

Milano  Olympiacos
1.74 2.16

Qui per gli aggiornamenti in tempo reale

 

Pronostici

Un altro supplementare in trasferta, come contro lo Zalgiris, e a 30 secondi dalla fine e sotto 78-73 per l’AX sembrava il manifesto dei rimpianti di una stagione sbagliata. Invece sono emersi Rodriguez e Micov, gli uomini che erano stati chiamati in causa come decisivi nei finali punto a punto, a prendere per mano la squadra e a segnare in coppia i dieci punti consecutivi che hanno regalato a Milano il successo 83-81 complici anche due liberi sbagliati da Colom a sei secondi dalla sirena. Il che obiettivamente era quello che serviva alla squadra di Messina per generare una scintilla positiva dopo cinque sconfitte consecutive e se è chiaro che l’arena vuota ha influito e influirà sui possessi decisivi di questa e delle prossime partite è altrettanto vero che vincere all’overtime e a un passo dal baratro potrebbe essere il segnale che l’AX aspettava. La nota negativa è stata regalare ancora una volta il terzo periodo, parziale di 20-12, a una squadra che ha tirato da due con il 44.2%, cifra che non rivedremo spesso, concedendo ancora una volta troppi rimbalzi offensivi. La nota positiva è stata soprattutto nel 57.5% da due in una notte da appena 9/28 dall’arco, ovvero provare a creare alternative alle triple in una partita con la mira sbagliata. Il resto è una conseguenza, né casualmente Messina ha ritrovato la vittoria nella notte in cui Rodriguez, Micov e Scola sono andati tutti in doppia cifra, per una volta supportati da Roll. Anche avere limitato le palle perse a 10 è un segnale di inversione, visto che l’AX troppo spesso ha trattato con sufficienza i palloni nevralgici, vedi ultimo periodo contro il Real Madrid.

L’Olympiacos ha vinto quattro delle ultime sette gare giocate in Eurolega, ma sono stati tutti successi casalinghi mentre la striscia aperta di sconfitte consecutive in trasferta si è allungata a quattro con il 91-79 incassato sul campo della capolista Efes, aggiunta a quelle contro Zenit, Zalgiris e Maccabi. In tre di queste quattro gare i greci hanno concesso più di 90 punti, segnale evidente di una difesa che in trasferta non funziona in maniera efficiente e potrebbe essere un dettaglio che l’AX potrebbe sfruttare. Le minacce vengono da Ellis, Buycks, dai veterani Printezis e Papanikolau per una squadra che tira con il 35.7% da tre ma compensa con il 55.8% da due e producendo 35 rimbalzi a partita, di cui quasi 9.9 offensivi, dati che Milano sta soffrendo particolarmente.

All’andata vittoria netta dell’Olympiacos 91-70 in una partita mai in discussione, con Milano che ha vinto tre degli ultimi cinque precedenti e due degli ultimi tre giocati al Forum compreso il 66-57 della scorsa stagione. A 12-16 per l’AX è una sorta di spareggio, se vince rientra in corsa nella feroce lotta per l’ottavo posto, se perde diventa obiettivamente difficile pensare di recuperare due gare di svantaggio con appena cinque da giocare per completare la regular season. La squadra vista contro Real Madrid e Valencia è sembrata in crescita, l’incognita principale è vedere se riuscirà a fare un ulteriore salto di qualità in una partita che è quasi da dentro o fuori, obiettivo primario limitare le palle perse e i rimbalzi offensivi concessi.