MotoGp Gran Bretagna 2023, Bagnaia cerca l’allungo in classifica

MotoGp Gran Bretagna 2023 pronostici, Bagnaia è in fuga nel mondiale dopo il successo ad Assen ed è il favorito per la vittoria

MotoGp Gran Bretagna 2023 – La MotoGp si sposta a Silverstone per la prima gara dopo la lunga sosta seguita al gran premio di Assen, dominato da Bagnaia e da una Ducati che non ha rivali in una stagione completamente dominata dalla scuderia e dal pilota italiano che ha 35 punti di vantaggio su Martin e 36 su Bezzecchi. Vediamo quote e piloti favoriti per la gara di domenica.

Il tracciato

Uno dei circuiti decani delle competizioni motoristiche, qui si corse la prima gara nella storia della F1 nel 1950. Nato come aeroporto militare della Raf all’epoca della seconda guerra mondiale, a lungo Silverstone sfruttando i lunghi e larghi rettilinei delle tre piste di decollo è stato uno dei tracciati più veloci del calendario. Nel corso degli ultimi decenni la sua configurazione originale è cambiata molto, con cambiamenti strutturali rilevanti tra il 1990 e il 1991 e soprattutto nel 2010, quando è stato allungato di 760 metri con la griglia di partenza spostata tra le curve Club e Abbey dove è stato realizzato un nuovo paddock. La configurazione moderna misura 5891 metri per 18 curve ed è molto più guidata nella prima parte, dopo le curve Abbey e Farm quando si entra in un destra, sinistra, sinistra denominato Arena. Rettilineo verso un altro sinistra e destra molto guidato, Luffield, per tuffarsi nella parte più veloce del circuito che introduce alla celebre sequenza di Maggots e Becketts che fino a qualche anno fa erano le prime curve dopo il rettilineo di partenza. Altro dritto che porta alla Stowe prima di entrare verso Vale e Club che riportano sul rettilineo iniziale.

Albo d’oro

Dal 1977 al 1986 si è corso a Silverstone che ha poi lasciato spazio fino al 2009 a Donington. Dal 2010 si è tornati a correre sul circuito originale e sei delle ultime dodici edizioni sono state vinte da piloti spagnoli. Lorenzo si impose nel 2010, 2012 e 2013 su Yamaha, Marquez nel 2014 con la Honda, nel 2016 Vinales con la Suzuki conquistò lo storico primo successo in carriera e nel 2019 successo di Rins ancora con la Suzuki. L’egemonia iberica è stata spezzata nel 2011 da Stoner su Honda, nel 2017 da Dovizioso sulla Ducati, nel 2015 da Rossi su Yamaha e nel 2021 da Quartararo prima del successo di Bagnaia nel 2022. Rossi nella classe regina è l’uomo con più vittorie in terra inglese, sei, cui vanno aggiunte quella del 1997 in 125 e del 1999 in 250. Nel 2018 a causa del maltempo la gara fu annullata generando numerose polemiche e nel 2020 la gara non si è disputata a causa della pandemia.

I protagonisti

La MotoGp torna dalla lunga sosta provocata dalla cancellazione del gran premio in Kazakistan con la consapevolezza che le incertezze in classifica della prima parte di stagione, provocate principalmente da errori di Bagnaia, ha lasciato spazio come nel 2022 a una crescente consapevolezza del campione del mondo che ad Assen ha confermato due punti fermi del campionato. Il primo è che la Ducati non ha rivali e tra ufficiali e clienti ci sono cinque moto di Borgo Panigale tra le prime sei nella classifica iridata, unica eccezione Binder con la Ktm che si accende a intermittenza e ha chiuso giugno con un podio di rilievo che poi è finito nelle mani di Espargaro per consolare un’Aprilia che da marzo in avanti sul podio ci è andata solo due volte, tradita ancora una volta dall’incostanza di Vinales. Le scuderie giapponesi continuano a non trovare soluzioni ai problemi e se quelli di Quartararo e Morbidelli con la Yamaha sono esclusivamente tecniche, Marquez ha dovuto saltare le ultime due gare a causa dei problemi fisici provocati dalle continue cadute in quello che lo spagnolo ha definito il momento più critico della carriera e la Honda priva anche di Rins e Mir disarcionati a turno da una moto inguidabile deve accontentarsi di un ottavo posto con Nakagami, in altri tempi piazzamento che sarebbe stato considerato inaccettabile. La seconda è che per il mondiale la concorrenza sembra ridotta a rivali che possono ambire alle singole gare, vedi Bezzecchi che all’università delle moto ha fatto soffrire il pilota ufficiale chiudendo al secondo posto e Martin che non è andato oltre il quinto, mentre il ritorno di Bastianini non è supportato da una consistenza fisica che lo tiene lontano dalle posizioni di rilievo. Con questi presupposti è ipotizzabile che a Silverstone per Bagnaia ci sarà l’opportunità di scavalcare Dovizioso come terzo pilota italiano più vincente di sempre in MotoGp.

Quote MotoGp Gran Bretagna 2023

Le quote sono relative alle 12:45 del 3.8.2023. Potrebbero subire variazioni, controllare sempre il book di riferimento.

Snai Lottomatica
Bagnaia 1.85 1.85
Martin 4.50 4.50
Bezzecchi 7.00 7.00
B. Binder 8.00 11.00
Quartararo 10.00 16.00
M. Marquez 10.00 8.00
Bastianini 15.00 16.00
Vinales 15.00 18.00
Marini 15.00 16.00
Zarco 15.00 13.00
Miller 15.00 13.00
A. Espargaro 25.00 21.00